Menu Chiudi
Cave Canem #11

I ragazzi nuotano in cerchio, le nuotano intorno: la cercavano da due ore e non si aspettavano di trovarla così a largo.
La vecchia, nonna di uno dei tre, galleggia abbracciata al suo toy-boy, la cui erezione di plastica spunta a pelo d’acqua. Sono cosparsi di alghe e sale secco, lui e lei in egual misura, come se nell’eterna morte di lei e nella finta incoscienza di lui ci fossero legacci verdi e grigi, stretti stretti, pronti a stringere ancora di più, a combattere con gelosia. 

Tra un attimo i tre ragazzi si guarderanno negli occhi, incapaci di strappare quei due singolari amanti dal loro tenero abbraccio sotto le stelle nude, e torneranno a riva con bracciate lente, tristi sorrisi nell’acqua scura. 

0 Condivisioni
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

TUTTE LE PUNTATE