Collegamento #6

Non farò mai un lavoro organico sui siti “di settore”, per cui inizio da due blog che sono chiusi o in chiusura/trasloco: Harry dice e errore 403. Il primo blog era tenuto dal misterioso Harry: il gioco dell’anonimato gli permetteva di esprimere una critica di fumetti libertaria, consigli anticonformisti, idee discutibili, (proprio nel senso che fanno discutere) polemiche e grande eleganza (l’eleganza è forse la cosa che manca di più “nel settore”). Il secondo è tenuto da Andrea Pasini, e lo avrei sicuramente citato come blog dove ho scoperto postsecret (non ve lo spiego cos’è, ho una carrambata da raccontare), se non che leggendolo ultimamente scopro che anni fa ha scritto una storia di Martin Mystere. Sulle macchie di Rorschach…. Incredibile! Il primo fumetto che ho comprato con consapevolezza, non preso dai miei ma proprio da me. Immagino con una delle prime paghette. Mi ricordo la storia vagamente ma ho nitido nella memoria il momento in cui decido di iniziare a collezionare MM. Sotto il muro delle “piazzette”, c’era sole, ma non faceva caldo, probabilmente fine mattinata o primo pomeriggio di domenica. Insomma gli scrivo nei commenti e lui mi risponde che gli piaceva tanto “Cose che Parlano” (strisce che facevo con Frnk). Sono bei momenti, no?

Questo collegamento è troppo lungo, ma non ho il tempo di farlo più breve, e devo anche aggiungere che per chi fosse nei casini perchè sta chiudendo splinder, il Pasini mi sa che oltre sceneggiatore e editor ci prende di informatica, quindi magari qui trovate qualche consiglio.

L’illustrazione è del sempre più bravo Checco, ha fatto un salto nell’ultimo anno, non era mica così bravo prima.